TERRA DI BURCHI Marco Burchi

“Creo le mie opere con la terra la materia più povera che esista ma contemporaneamente la più ricca di memoria.”

L’artista fiorentino Marco Burchi, unico nel suo genere, realizza opere con la Terra di Firenze, attraverso una particolare tecnica di pittura che si ispira agli antichi affreschi che utilizzavano la terra raccolta in Arno.

Membro della Società delle Belle Arti – Circolo degli Artisti – Casa di Dante di Firenze;

Primo artista ad aver realizzato un dipinto utilizzando la terra del Giardino di Boboli, previa autorizzazione delle Autorità competenti;

Primo artista ad aver realizzato “L’Abbraccio di Dio” l’unico crocefisso rifinito con la terra di Loppiano consegnato in dono al Santo Padre durante la Visita Pastorale a Loppiano;

Primo artista ad aver realizzato un serie di 4 dipinti utilizzando un mix di cocktail Negroni e terra di Villa Torraccia attuale sede della Scuola di Musica di Fiesole,  previa autorizzazione del Sovrintendente, e presentati nel giorno dell’affissione della targa angolo via De’ Tornabuoni durante i festeggiamenti per il centenario di uno dei cocktail più famosi nel mondo presso lo storico Caffè Gilli di Firenze;

I quadri “La pace nella guerra” sono a tutt’oggi esposti presso la sala pubblicazione archivio storico della Biblioteca Marucelliana di Firenze;

Presentazione e pubblicazione del romanzo breve “Terra di Firenze” scritto insieme alla figlia Diletta Burchi.

Come Nascono Le Opere